Germania, schiaffo a Orban: contro l’Ungheria sfoggerà l’arcobaleno LGBTQ+

Manuel Neuer, capitano della Germania, indossa una fascia con i colori del Rainbow

Gli intrecci tra calcio e politica sono sempre molto fitti e questi campionati europei non fanno eccezione.

Dopo le polemiche per la maglia dell’Ucraina con riferimenti alla Crimea e quelle per l’inginocchiamento in omaggio al “Black Lives Matter”, che contro il Galles ha visto l’adesione di sola mezza nazionale italiana, la questione dei diritti LGBTQ+ investe l’imminente sfida tra Germania e Ungheria.

La federcalcio tedesca ha infatti chiesto alla Uefa il permesso di utilizzare la facciata cangiante dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera, sede della partita, per mettere in mostra i colori dell’arcobaleno.

La mossa è un chiaro messaggio al premier ungherese Orbán e alla controversa legge contro i temi LGBT+ nelle scuole approvata qualche giorno fa: la norma nei fatti paragona l’omosessualità alla pedofilia e impedirà di affrontare temi legati all’omosessualità e alla transessualità in contesti pubblici frequentati dai minori.

La presa di posizione della federcalcio tedesca fa seguito alla scelta del portiere Manuel Neuer, che come fascia di capitano indossa una striscia di stoffa che riproduce il rainbow, simbolo della lotta contro le discriminazioni.

Leggi anche