«Good Morning» per il bresciano Paolo Vizzari con Joe Bastianich

«Partire, restare, qual è il segreto del successo?». Ogni puntata si apre con la sigla scritta e cantata da Joe Bastianich che pone questo dilemma. Good Morning Italia. È il messaggio di ripartenza del compagine Paese e di alcuni dei settori economici più colpiti dall’emergenza sanitaria dal Friuli Venezia Giulia alla Lombardia alla Calabria, in questi ultimi due anni, quello della ristorazione e quello musicale.

Il nuovo format televisivo on the road, che coniuga il racconto musicale a quello enogastronomico, debutta martedì 26 aprile su Sky Arte dalle 20.40. E a seguire su Sky Uno, e si sviluppa in 4 puntate condotte da Joe Bastianich e dal narratore enogastronomico bresciano Paolo Vizzari.

Vizzari, figlio di Enzo – già critico enogastronomico sulle pagine del GdB negli Anni ’80 con lo pseudonimo di Aldo Corte, e appresso direttore dal 2001 delle Guide dell’Espresso –  classe 1990, passato per la Scuola Holden, oltre ad aver seguito le orme del padre (assieme al quale cura la rubrica «La Tavola» del settimanale L’Espresso) – collabora con numerose testate nazionali. Con duo torinese Cavallito&Lamacchia, ha pubblicato il volume «Giovani&Audaci. Ritratti (quasi) veri dei cuochi che stanno rivoluzionando la cucina italiana».

Un programma (fornito da Ballandi) ricco di curiosità e racconti inediti come spiega Bastianich: «Mi sono buttato completamente. Ho scritto e cantato anche la sigla». Il programma per quattro puntate accompagnerà i telespettatori in un appassionante viaggio alla scoperta dell’Italia e di una nuova Italia, tra cibo e musica. L’ambizione di Good Morning Italia è quella di narrare i territori che di tappa in tappa saranno visitati, a partire dalla regione Friuli Venezia Giulia che rappresenta il punto di partenza e di chiusura di ogni viaggio del tour di Bastianich e Vizzari e si fa promotrice di un messaggio di rilancio/restart attraverso la grande musica e l’alta cucina.

«Io e Paolo abbiamo preso in mano quest’avventura, andare in giro per l’Italia in questo momento importante – spiega Bastianich -, scoprire le eccellenze riguardanti il cibo e la musica. Se riesco a mettere simultaneamente cibo e musica, per me è una cosa fantastica. Abbiamo incontrato chef fantastici, visto luoghi meravigliosi in tutta Italia. È stata un’avventura emozionante, girata subito dopo l’emergenza Covid. Abbiamo visto ottimismo e musicisti che mettono tanta passione».

Se da un lato Paolo Vizzari si farà raccontare tutti i segreti dietro al successo del ristorante in cui è ospite, partendo da Antonia Klugmann – L’Argine a Vencò e da Nino Rossi – Quafiz, fino a Davide Oldani – D’O – a Matteo Baronetto – Ristorante Del Cambio, dall’altro Joe Bastianich, nei duplici panni di intervistatore e musicista, incontrerà episodio dopo episodio cantanti del calibro di Malika Ayane, Stefano Belisari degli Elio e Le Storie Tese, Samuel e Brunori Sas.

Parla Paolo Vizzari: «Ci piaceva questo incrocio spontaneo tra il cibo, il vino e la musica. La cucina e la musica si affiancano in maniera spontanea e quindi lo abbiamo trasformato in un format». Nella prima puntata «andremo in Calabria a trovare Brunori Sas e Nino Rossi. appresso abbiamo fatto la Lombardia con Elio e Davide Oldani, il Piemonte con Samuel e Matteo Baronetto e il Friuli con Malika Ayane e Antonia Klugmann».

Leggi anche