HomeSocietaPovertà educativa, Milano, Giambellino: 500 famiglie coinvolte, circa 300 docenti e operatori,...

Povertà educativa, Milano, Giambellino: 500 famiglie coinvolte, circa 300 docenti e operatori, attività extrascolastiche per più di 3.000 minori

MILANO – Tre anni di buone pratiche con S.C.AT.T.I.: la comunità educante del Giambellino, dove si racconta il progetto contro povertà educativa e la dispersione scolastica e guarda al futuro. Sono state coinvolte quasi 500 famiglie, circa 300 docenti e operatori, con attività extrascolastiche per più di 3.000 minori. E ancora, laboratori, seminari, spazi reali e virtuali con protagonisti i ragazzi e le ragazze di quattro periferie italiane. S.C.AT.T.I. è tutto questo, in estrema sintesi, un progetto durato tre anni e arrivato all’ultimo giorno, celebrato con un evento di chiusura online che non rappresenta la parola fine, ma semmai la fine di una semina fatta di buone pratiche che prelude a un futuro ricco di opportunità. Tra i territori coinvolti, anche il quartiere Giambellino, a Milano. S.C.AT.T.I. (Scuola, Comunità, Attivazione, Territori, Innovazione) è un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, guidato dalla cooperativa E.D.I. Educazione ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Al centro la scuola e il protagonismo giovanile. S.C.AT.T.I. promuove un nuovo modello contro la povertà educativa, che rafforzi e metta in rete tutti gli attori della comunità educante, con al centro la scuola e il protagonismo giovanile e che promuova l’uso positivo delle tecnologie digitali.Il progetto è intervenuto per tre anni a livello locale in quattro aree: Giambellino a Milano, Ponte di Nona a Roma, Scalea e Praia a Marein provincia di Cosenza e Zen a Palermo. Nei quattro territori ha coinvolto 27 partner tra enti locali, scuole e Terzo Settore, e soprattutto tantissimi ragazzi e ragazze, genitori, docenti e non solo.

Un esempio di azione innovativa. “Tre anni di S.C.AT.T.I.: la comunità educante guarda al futuro”: è il titolo dell’evento di chiusura tenutosi il 4 novembre 2021. Un modo per collegare virtualmente Giambellino, Ponte di Nona, Zen, Scalea e Praia a Mare. Tutti assieme per scambiare idee ed esperienze. Ad aprire l’incontro, Marco Rossi Doria, presidente dell’impresa sociale Con i Bambinicherivolgendosi al ricco partenariato di progetto ha sottolineato: “S.C.AT.T.I. rappresenta un esempio di azione innovativa costruita intorno a obiettivi ben definiti. In tre anni avete dimostrato che, in contesti tra loro molto diversi (Milano, Roma, Scalea/Praia a Mare e Palermo), è possibile coniugare le azioni di supporto e accompagnamento di bambini, ragazzi e famiglie non solo allo studio ma alla ri-motivazione a studiare, anche durante e dopo la pandemia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Napoli
cielo sereno
28.6 ° C
30.6 °
25.9 °
64 %
1kmh
0 %
Ven
29 °
Sab
27 °
Dom
29 °
Lun
30 °
Mar
26 °

Più popolare

Commenti recenti