HomeSocietaUcraina, gli sfollati interni sono ormai 7,1 milioni: la metà delle famiglie...

Ucraina, gli sfollati interni sono ormai 7,1 milioni: la metà delle famiglie fugge con bambini piccoli, il drastico calo dei redditi

GINEVRA – Il secondo rapporto sugli sfollati interni in Ucraina pubblicato dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) indica che sarebbero più di 7,1 milioni le persone sfollate all’interno dell’Ucraina dopo l’inizio della guerra. È stato quindi registrato un incremento del 10% rispetto al primo sondaggio OIM effettuato lo scorso 16 marzo. L’OIM ha condotto questo secondo sondaggio tra il 24 marzo e il 1° aprile per raccogliere informazioni sui movimenti interni al paese  e per valutare i bisogni in Ucraina con il fine di fornire dati utili a chi è impegnato nel dare risposte umanitarie a questa crisi.

Urgenti i corridoi umanitari. “Le persone continuano a fuggire dalle loro case a causa della guerra e i bisogni umanitari sul terreno continuano ad aumentare”, ha detto il direttore generale dell’OIM, António Vitorino. “I corridoi umanitari sono urgentemente necessari per permettere l’evacuazione protetta dei civili e garantire il trasporto e la consegna sicura degli aiuti umanitari tanto necessari per assistere rapidamente gli sfollati interni”. Secondo l’indagine OIM, più del 50% delle famiglie sfollate ha bambini, nel 57% dei casi ci sono persone anziane e nel 30% persone con malattie croniche.

L’incubo della povertà fra gli sfollati. Durante il primo mese di guerra, il reddito delle famiglie sfollate è sceso bruscamente. Mentre infatti prima del 24 febbraio 2022 solo il 13% delle famiglie che sono ora sfollate riferiva di ricevere un reddito mensile inferiore a 5.000 grivne ucraine (170 dollari), ora il 61% di esse indica che, da quando è iniziata la guerra, il proprio reddito familiare è sceso sotto questa stessa somma. Inoltre, più di un terzo delle famiglie sfollate indica di non aver avuto alcun reddito nell’ultimo mese. Contanti e supporto finanziario, trasporto, cibo, rifugi sicuri e articoli per l’igiene sono tra i bisogni più urgenti per gli sfollati. L’accesso alle medicine e ai servizi sanitari rimane il secondo bisogno più urgente sia per gli sfollati sia per coloro che rimangono nei loro luoghi di residenza.

Il lavoro dello staff di OIM sul campo. Lo  staff OIM sul campo continua a fornire assistenza umanitaria essenziale agli sfollati interni e alle comunità ospitanti, ma altre comunità bisognose rimangono intrappolate. Il sostegno concreto fornito finora ha incluso la consegna di cibo, di articoli non alimentari e per l’igiene, di denaro, attività di sostegno psicologico e psicosociale, nonché la diffusione di campagne di informazione volta a prevenire la tratta di esseri umani e lo sfruttamento e l’abuso sessuale. La cessazione delle ostilità in Ucraina è assolutamente necessaria per poter garantire che tutta la popolazione colpita dalla guerra possa avere accesso agli aiuti umanitari.

Argomenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Napoli
cielo coperto
28.1 ° C
31.8 °
23.9 °
41 %
1.5kmh
100 %
Gio
28 °
Ven
29 °
Sab
24 °
Dom
24 °
Lun
24 °

Più popolare

Commenti recenti